Electrotechnical History

Guglielmo Marconi (1874-1937)

Il marchese Guglielmo Giovanni Maria Marconi (Bologna, 25 aprile 1874 – Roma, 20 luglio 1937) è stato un fisico, inventore e politico italiano. È conosciuto per aver sviluppato per primo un efficace sistema di comunicazione con telegrafia senza fili via onde radio o radiotelegrafo che ottenne notevole diffusione, la cui evoluzione portò allo sviluppo dei moderni sistemi e metodi di radiocomunicazione, come la radio, la televisione e in generale tutti i sistemi che utilizzano le comunicazioni senza fili, e che gli valse il premio Nobel per la fisica nel 1909.
 

Heinrich Rudolf Hertz (1857-1894)

Heinrich Rudolf Hertz (Amburgo, 22 febbraio 1857 – Bonn, 1º gennaio 1894) è stato un fisico tedesco. Per primo dimostrò l'esistenza delle onde elettromagnetiche con un apparato di sua costruzione, il dipolo hertziano, in grado di emettere onde radio. In suo onore, nel sistema internazionale la frequenza è misurata in hertz.
 

Nikola Tesla (1856-1943)

Nikola Tesla (in serbo Никола Тесла[?]) (Smiljan, 10 luglio 1856 – New York, 7 gennaio 1943) è stato un ingegnere elettrico, inventore e fisico serbo naturalizzato statunitense[1][2] nel 1891.È conosciuto per il suo lavoro rivoluzionario e i numerosi contributi nel campo dell'elettromagnetismo tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. I suoi brevetti e il suo lavoro teorico formano la base del moderno sistema elettrico a corrente alternata (CA), compresa la distribuzione elettrica polifase e i motori elettrici a corrente alternata, con i quali ha contribuito alla nascita della seconda rivoluzione industriale.
 

Hendrik Lorentz (1853-1928)

Hendrik Antoon Lorentz (Arnhem, 18 luglio 1853 – Haarlem, 4 febbraio 1928) è stato un fisico olandese. È famoso per le sue ricerche sull'elettromagnetismo e l'elettrodinamica. Alcuni suoi contributi importanti come le trasformazioni di Lorentz (e alcune ipotesi sulla contrazione dei corpi in movimento) furono utilizzate da Albert Einstein per la descrizione dello spazio e del tempo nella formulazione della relatività ristretta. Ricevette nel 1902 il Premio Nobel per la fisica assieme a Pieter Zeeman per la scoperta e la spiegazione teorica dell'effetto Zeeman. Gli è stato dedicato un cratere lunare di ben 312 km di diametro.
 

Thomas Edison (1847-1931)

Thomas Alva Edison (Milan, 11 febbraio 1847 – West Orange, 18 ottobre 1931) è stato un inventore e imprenditore statunitense. Fu il primo imprenditore che seppe applicare i principi della produzione di massa al processo dell'invenzione. Era considerato uno dei più prolifici progettisti del suo tempo, avendo ottenuto il record di 1.093 brevetti registrati a suo nome, in tutto il mondo, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania.
 

Galileo Ferraris (1847-1897)

Galileo Ferraris (Livorno Piemonte, 30 ottobre 1847 – Torino, 7 febbraio 1897) è stato un ingegnere e scienziato italiano, scopritore del campo magnetico rotante e ideatore del motore elettrico in corrente alternata.
 

George Westinghouse (1846-1914)

George Westinghouse (Central Bridge, 6 ottobre 1846 – New York, 12 marzo 1914) è stato un industriale, ingegnere ed inventore statunitense. Nel 1872 fondò l'omonima società. La società è attualmente tra i principali costruttori di materiale elettrico ed elettro-nucleare (centrali atomiche, alternatori, turbine, motori, sistemi di automazione) oltre che di telefonia e di produzione siderurgica. Nel 1911, ricevette la IEEE Medal of Honor alla IEEE, Institute of Electrical and Electronic Engineers (Istituto degli ingegneri elettrici ed elettronici).
 

Antonio Pacinotti (1846-1914)

Nato da Luigi Pacinotti e Caterina Catanti, frequentò l'istituto arcivescovile Santa Caterina e nel 1859 prese parte alla seconda guerra di indipendenza come sergente volontario a Goito, punto periferico della più grande Battaglia di Solferino e San Martino. Fu allievo di Carlo Matteucci e si laureò in matematica a Pisa con Riccardo Felici.
 

James Clerk Maxwell (1831-1879)

James Clerk Maxwell (Edimburgo, 13 giugno 1831 – Cambridge, 5 novembre 1879) è stato un matematico e fisico scozzese. Elaborò la prima teoria moderna dell'elettromagnetismo, raggruppando in un'unica teoria tutte le precedenti osservazioni, esperimenti ed equazioni non correlate di questa branca della fisica.
 

Gustav Robert Kirchhoff

Gustav Robert Georg Kirchhoff (Königsberg, 12 marzo 1824 – Berlino, 17 ottobre 1887) è stato un fisico e matematico tedesco. Si occupò specialmente di spettroscopia, elettrotecnica e termodinamica. Nell'elettrotecnica si devono a Kirchhoff le due celebri leggi per il calcolo della distribuzione delle correnti elettriche in una rete di conduttori (1845 e 1847).
 

James Prescott Joule (1818-1889)

Si dedicò sin da giovane a ricerche scientifiche che eseguiva cercando di spingere all'estremo limite l'accuratezza e la precisione delle misurazioni. Si interessò del calore e delle sue connessioni con l'elettricità e la meccanica. Nel 1841, indagando sugli effetti termici, inviò alla Royal Society un articolo in cui dimostrava che un conduttore attraversato da corrente elettrica produce calore in quantità proporzionale alla resistenza del conduttore e al quadrato della corrente stessa. Questo fenomeno è oggi chiamato effetto Joule.
 
 

Ernst Werner von Siemens (1816-1892)

Ernst Werner von Siemens (Lenthe, 13 dicembre 1816 – Berlino, 6 dicembre 1892) è stato un imprenditore e ingegnere tedesco, fondatore insieme ai fratelli della casa elettrotecnica Siemens.
 

Wilhelm Eduard Weber (1804-1891)

Nacque a Wittenberg laddove suo padre, Michael Weber, insegnava teologia. William era il secondo di tre fratelli i quali erano tutti dotati di spiccata attitudine per gli studi scientifici. Studiò il magnetismo insieme a Gauss e nel 1864 pubblicò l'opera Elektrodynamische Maaßbestimmungen riguardante un sistema di misurazione delle correnti elettriche e che è alla base delle attuali metodologie sperimentali.
 

Heinrich Lenz (1804-1865)

Heinrich Friedrich Emil Lenz (Dorpat, 12 febbraio 1804 – Roma, 10 febbraio 1865) è stato un fisico russo. È famoso per la legge di Lenz che afferma che la forza elettromotrice indotta ha segno tale da opporsi alla causa che l'ha generata, nonché per il vettore di Lenz nel moto dei pianeti.
 

Joeseph Henry (1797-1878)

Studiò le correnti indotte e realizzò degli elettromagneti che consentirono in seguito lo sviluppo del telegrafo. Contemporaneamente a Michael Faraday, scoprì il fenomeno dell'autoinduzione (1832) notando che un magnete spostandosi all'interno di un campo magnetico produceva corrente elettrica. Elaborò uno dei primi modelli di motore elettrico.
 

Michael Faraday (1791-1867)

Michael Faraday (Southwark, 22 settembre 1791 – Hampton Court, 25 agosto 1867) è stato un fisico e chimico britannico. Faraday ha contribuito ai campi dell'elettromagnetismo e dell'elettrochimica. Tra le sue invenzioni si conta anche il becco di Bunsen. Tra le sue scoperte si annoverano, invece, le leggi di Faraday dell'elettrochimica e l'effetto Faraday. Infine sono a lui dedicati la misura della capacità, il farad, e un cratere sulla Luna.
 

Georg Ohm (1789-1854)

George Simon Alfred Ohm (Erlangen, 16 marzo 1789 – Monaco di Baviera, 6 luglio 1854) è stato un fisico e matematico tedesco. Fratello del matematico Martin Ohm[1]. Come insegnante di scuola superiore, Ohm iniziò la sua ricerca con la nuova cella elettrochimica, inventata dallo scienziato italiano Alessandro Volta. Utilizzando attrezzature di sua creazione, Ohm si accorse che esiste una proporzionalità diretta tra la differenza di potenziale (o tensione) applicata attraverso un conduttore e la corrente elettrica risultante. Questa relazione è nota come legge di Ohm.
 

André-Marie Ampère (1775-1836)

André-Marie Ampère De Culòn (Poleymieux-au-Mont-d'Or, 22 gennaio 1775 – Marsiglia, 10 giugno 1836) è stato un fisico francese. L'unità di misura della corrente elettrica, l'ampere, porta il suo nome (che è anche stato inciso sulla Torre Eiffel).
 

Jean Baptiste Joseph Fourier (1768-1830)

Jean Baptiste Joseph Fourier (Auxerre, 21 marzo 1768 – Parigi, 16 maggio 1830) è stato un matematico e fisico francese, conosciuto soprattutto per la sua famosa trasformata e per la sua legge sulla conduzione del calore.
 

Alessandro Volta (1745-1827)

Il conte Alessandro Giuseppe Antonio Anastasio Volta (Como, 18 febbraio 1745 – Como, 5 marzo 1827) è stato un fisico italiano, conosciuto soprattutto per l'invenzione del primo generatore elettrico mai realizzato, la pila, e per la scoperta del metano.
 

James Watt (1736-1819)

James Watt (Greenock, 19 gennaio 1736 – Handsworth, 19 agosto 1819) è stato un matematico e ingegnere britannico. Il Watt, l'unità di misura della potenza del Sistema internazionale di unità di misura prende da lui il nome, così come, in parte, la Heriot-Watt University di Edimburgo.
 

Charlse Augustin de Coulomb (1736-1806)

Charles Augustin de Coulomb (Angoulême, 14 giugno 1736 – Parigi, 23 agosto 1806) è stato un ingegnere e fisico francese. Con la sua legge di Coulomb, è considerato il fondatore della teoria matematica dell'elettricità e del magnetismo: l'unità di misura della carica elettrica, il coulomb, fa riferimento al suo nome. Diede anche fondamentali contributi nel campo della meccanica teorica (il concetto di tensione tangenziale e le leggi dell'attrito) ed applicata (di resistenza dei materiali e di geotecnica).
 
Marconi
Hertz
Tesla
Lorentz
Edison
Ferraris
Westinghouse
Pacinotti
Maxwell
Kirchhoff
Joule
Siemens
Weber
Lenz
Henry
Faraday
Ohm
Ampère
Fourier
Volta
Watt
Coulomb